15 Raccolta di esperti sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sui blog 2024

In questo post abbiamo presentato 15 opinioni di esperti sul modo migliore per ridurre le frequenze di rimbalzo sui blog nel 2024. Scopri quali sono i suggerimenti e i trucchi che gli esperti condividono per ridurre la frequenza di rimbalzo sui blog.

Modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo

 

Scopriamo che gli esperti hanno da dire su questo argomento illuminato.

Raccolta di 15 esperti sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sui blog 2024

1) Robbie Richards

Robbie è l'autore di robbierichards.com, uno dei principali blog SEO, e direttore di Virayo, un'agenzia di marketing di ricerca per le aziende B2B SaaS.

Robbie Richards sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

 

Sito internet / blog: https://www.robbierichards.com/

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

I blog in genere hanno frequenze di rimbalzo più elevate a causa dell'intento alla base della ricerca. cioè gli utenti cercano un argomento specifico, arrivano sul tuo sito, ricevono la loro risposta e se ne vanno senza la necessità immediata di saperne di più su di te o leggere più dei tuoi post. Migliora la velocità di caricamento: gli utenti si aspettano che i tuoi contenuti vengano caricati rapidamente. Una volta superati i due secondi, perdi lettori a un ritmo veloce.

Uno plugin Raccomando è WPRocket. È stata votata come la velocità del sito n. 1 plugin in questo post (https://www.robbierichards.com/seo/best-wordpress-seo-plugins/), e dopo l'installazione sul mio sito ho ridotto la velocità di caricamento da circa 2 secondi a 1.1 secondi. La parte migliore, mi ci sono voluti solo un paio di minuti per configurare.


2) Marco Saric

Sono un blogger e un content marketer focalizzato sulla creazione di situazioni vantaggiose per tutti.

Marko Saric on- I modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://howtomakemyblog.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Crea contenuti che soddisfino veramente il visitatore e non avrà motivo di rimbalzare rapidamente. Rispondi alle loro domande, risolvi i loro problemi, mantieni veramente ciò che prometti nel titolo e nella descrizione.


3) David Leonhardt

David Leonhardt gestisce The Happy Guy Marketing, aiutando a scrivere e promuovere contenuti online, oltre a scrivere libri, sceneggiature e discorsi.

David Leonhardt- I modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: http://seo-writer.ca/

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Rendi i tuoi contenuti facili da leggere. Perdi rapidamente le persone in due modi. O ritengono che la tua pagina sia irrilevante per la loro ricerca, oppure la pagina sembra noiosa o difficile da leggere. Enormi blocchi di testo sembrano scoraggianti.

Anche prima che i visitatori inizino a leggere, tendono a rinunciare. Frasi lunghe e complesse possono perderle rapidamente, anche se iniziano a leggere. Anche troppe parole grosse o gergo possono rendere la lettura una sfida. E quel pulsante "indietro" è molto facile da premere. Rendi la tua scrittura quanto più pertinente e utile possibile e facilita la lettura piuttosto che premere il pulsante "Indietro".


4) Joanna Vaiou

Joanna Vaiou è una SEO Specialist / fondatrice di JoannaVaiou.com (Corporate SEO Project Management Brand) e MarketingforArchitecturalFirms.com (SEO Marketing brand per aziende globali legate alla nicchia architettonica). È una feroce sostenitrice del lavoro e dello stile di vita della libertà di viaggio e del costante sviluppo personale.

joanna-vaiou On - I modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

È apparsa in numerose pubblicazioni leader sull'imprenditorialità e la crescita personale come imprenditrice di successo SEO, nomade digitale e sostenitrice dello sviluppo personale come Thrive Global, Authority Magazine, Work and Money, Work at Home Success, Growth Mentors, Monetize, Get.Tech, PR in movimento, A City for Her e altri (elencati nel suo profilo Quora).

Sito internet / blog: https://www.joannavaiou.com/

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

La migliore ricetta per ridurre la frequenza di rimbalzo sulle tue proprietà web è:
1. Stabilisci un obiettivo finale chiaro quando si tratta di ciò che desideri che gli utenti facciano quando arrivano sulla tua pagina e pianifica di conseguenza la strategia
2. Avere un chiaro invito all'azione singolo sulla pagina di destinazione che ricordi agli utenti cosa vuoi che facciano mentre sono "al lavoro"
3. Avere una formattazione del contenuto breve e "facile da leggere" in tutto il contenuto utilizzando titoli di intestazione (H1, H2, H3 e così via) e paragrafi con non più di 3 frasi in ciascuno
4. Usa immagini o infografiche attraenti e pertinenti per i tuoi utenti
5. Crea un'introduzione video per i tuoi contenuti sulla tua pagina di destinazione, carica il video sul tuo canale YouTube> Incorporalo nella pagina del tuo sito web per aumentare il "tempo sulla pagina" Metrica dell'esperienza utente
6. Includi link interni ad altre pagine pertinenti sulla tua proprietà web che aggiungono ancora più valore ed educano (o intrattengono) i tuoi utenti, al fine di aumentare la metrica dell'esperienza utente "pagine per visita" (dai loro motivi per rimanere di più sulla tua proprietà )

7. Attira i tuoi utenti all'inizio della tua pagina di destinazione con qualcosa che offri gratuitamente alla fine dei tuoi contenuti, in modo che rispettino tutto


5) Anton Schroth

Anthon Schroth è un web designer e sviluppatore di app di Langley, BC.

DMObjects: i modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://www.dmobjects.ca

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Il modo migliore per ridurre la frequenza di rimbalzo è avere un aspetto professionale. Alla gente piace fare affari con persone a cui importa, persone con una buona etica del lavoro. Un sito Web sciatto dice loro immediatamente che potresti non preoccuparti della qualità del tuo lavoro. Il tuo sito web deve avere un aspetto professionale. Questo significa:
1. Un design moderno e pulito.
2. Parole che non sembrano troppo difficili o troppo affollate.
3. Un percorso chiaro verso ciò che si aspettano (su, contatto, acquisto, ecc.)
4. Soprattutto, non affollato di annunci o messaggi multipli. Se il tuo sito web ha un aspetto professionale, avrai la loro attenzione. Non farai una vendita ogni volta, ma non si ritireranno rapidamente dalla porta.

6) Maureen McCabe

Maureen McCabe è una pluripremiata consulente di marketing e specialista in crescita aziendale. Il collaudato team di McCabe Marketing fornisce risultati e lavora con imprenditori e titolari di aziende affermati negli Stati Uniti e in Canada.

Maureen McCabe sui migliori modi per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://www.mccabemarketing.ca

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Quando i visitatori arrivano al tuo sito web, solitamente tramite un motore di ricerca o un collegamento a un social media, non sanno cosa aspettarsi. Potresti essere un'autorità. Potresti essere impreciso. Non ne hanno idea. Niente riduce la frequenza di rimbalzo meglio che mostrare ai visitatori subito che sei credibile. Ecco perché troverai una "recensione del cliente" su ciascuna delle mie pagine del sito web.
Quando i visitatori fanno clic su una seconda pagina, trovano una recensione diversa da un altro cliente e la credibilità aumenta. È meglio includere il nome completo e la società del cliente, poiché una recensione anonima non ha lo stesso peso. Ancora meglio se puoi includere un colpo alla testa per renderlo più tangibile, o per usare testimonianze video (che è quello che consiglio spesso ai miei clienti).
Facciamo un ulteriore passo avanti; anche ottenere recensioni positive su siti di recensioni di terze parti come LinkedIn o Yelp o Angie's List può ridurre le frequenze di rimbalzo. Anche prima di atterrare sul tuo sito web, alcune persone fanno le loro ricerche. Cercano il nome di un'attività commerciale con le parole "truffa" o "recensione" o "soddisfazione". Buone recensioni off-site possono vendere ai visitatori la tua credibilità prima ancora che arrivino al tuo sito web. In sede o fuori sede, le recensioni dei clienti possono ridurre notevolmente la frequenza di rimbalzo.

7) Joe Williams

In qualità di insegnante e studente di ottimizzazione per i motori di ricerca, offro corsi di SEO online.

Joe Williams sui migliori modi per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://www.tribeseo.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Questo è semplice ma non sempre facile. Si tratta di soddisfare le esigenze dell'utente. Per la SEO, è comprendere l'intento sottostante delle parole chiave per le quali desideri classificarti e fornire contenuti che soddisfino tale intento e rapidamente. Quando lo fai, crei fiducia con i tuoi visitatori, in modo che restino più a lungo e visualizzino più pagine.


8) Sara Davis

Sara Davis è il vicepresidente della crescita di CanIRank, le piace aiutare le aziende di tutte le dimensioni a crescere e diffondere il loro scopo.

Sara Davis sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://www.canirank.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Scopri dove si interrompono: utilizzando un software di mappatura del calore o la ricerca attraverso l'analisi, è relativamente semplice identificare dove gli utenti abbandonano il tuo sito. Il contenuto è pertinente?
Risponde alla domanda del ricercatore? Stai ottimizzando per l'esperienza dell'utente finale? Poniti queste domande sulle tue pagine con la frequenza di rimbalzo più alta e fai alcuni test A / B, non sai mai quali modifiche minime avranno un enorme impatto sui tassi di conversione del tuo sito web.

9) Joel Klettke

Joel Klettke è un ricercato copywriter di conversione per SaaS e B2B. È anche il fondatore di Case Study Buddy, gli specialisti di case study che aiutano i clienti a catturare, condividere e trarre profitto dalle storie di successo dei clienti.

Joel Klettke: i modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://www.casestudybuddy.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

La giusta strategia per ridurre la frequenza di rimbalzo varierà notevolmente a seconda del tipo di pagina per cui stai cercando di migliorare. Ad esempio, è perfettamente naturale che i post del blog abbiano frequenze di rimbalzo molto elevate: le persone entrano, ottengono le informazioni a cui erano interessate e se ne vanno. In questo caso, il tuo obiettivo potrebbe essere quello di suggerire in modo proattivo contenuti correlati o semplicemente cogliere l'opportunità di seguire quella persona prima che se ne vada (come ottenere un abbonamento alla newsletter).
In una pagina di vendita, le frequenze di rimbalzo elevate si verificano per molte ragioni, una delle quali è la dissonanza cognitiva. Se i messaggi / le promesse fatte nei tuoi annunci o tag del titolo non si allineano IMMEDIATAMENTE con la copia sulla pagina, hai creato uno scenario confuso per i lead in arrivo che potrebbero farli abbandonare.
In generale, ridurre la frequenza di rimbalzo significa lavorare sulla copia e sulle immagini della sezione degli eroi per ottenere un vantaggio e interessarli a continuare nella pagina o ad esplorare altre aree del sito. Ma una frequenza di rimbalzo elevata in sé e per sé potrebbe non essere una cosa negativa o innaturale.

10) James Parsons

Fondatore e CEO di Blogpros

James Parsons su - I modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://blogpros.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

A parte l'ottimo contenuto di lunga durata, che dovresti già produrre, ho trovato un paio di cose utili: collegamento a post correlati sul tuo sito (sia contestualmente che dopo il tuo post) e aggiunta di una barra di navigazione e laterale appiccicose. Il collegamento a post correlati mantiene gli utenti sul tuo sito e consente loro di continuare a leggere, il che riduce significativamente la frequenza di rimbalzo; è solo un rimbalzo se se ne vanno senza rimanere sul tuo sito.

L'aggiunta di una barra di navigazione fissa e / o di una barra laterale esegue la stessa operazione; se si trova alla fine dell'articolo, la maggior parte delle persone desidera fare clic su "Indietro" nel browser. Con una barra di navigazione fissa, vedono il tuo logo e altri collegamenti alle pagine del tuo sito, il che consente loro di continuare a controllare il tuo sito senza scorrere fino alla parte superiore della pagina. Una barra laterale adesiva sui tuoi contenuti può essere utile per mostrare offerte o contenuti popolari per mantenere gli utenti sul tuo sito.


11) Chris Raulf

Il mio nome è Chris Raulf e sono un esperto SEO internazionale. Originario della Svizzera, i miei trent'anni di esperienza professionale nel marketing digitale multilingue e globale, nonché il mio background di oltre 15 anni nel settore della globalizzazione, mi hanno reso uno dei pochi consulenti SEO internazionali che vivono e respirano quotidianamente questo argomento base. Puoi saperne di più su di me visitando www.chrisraulf.com e www.boulderseomarketing.com.

Chris-Raulf-Esperto di formazione SEO - Chris Raulf

Sito internet / blog: https://chrisraulf.com/

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Oltre a creare la massima qualità, una buona ricerca e contenuti interessanti che il tuo pubblico di destinazione è effettivamente interessato a leggere, ci sono molte altre cose che devi fare per ridurre la frequenza di rimbalzo. Ad esempio: non aggiungere fastidiosi popup al tuo sito web. Sono una grande distrazione e spegneranno la persona che è atterrata sul tuo sito.
Ottimizza i tuoi contenuti per parole chiave a coda più lunga e ad alto intento. Queste persone sanno esattamente cosa stanno cercando e se trovano i tuoi contenuti di alta qualità, ci sono buone probabilità che leggano l'intero pezzo. I contenuti di lunga durata di circa 1800 parole stanno andando molto bene nella ricerca organica in questi giorni.
Investire tempo ed energia nella creazione di contenuti di lunga durata e assicurarsi che si rivolga a qualcosa che pochissimi altri siti Web (o meno) stanno attualmente affrontando. C'è molto di più di quello che puoi fare per ridurre la frequenza di rimbalzo, ma questi suggerimenti dovrebbero aiutarti a iniziare.

12) Daniele Stanica

Daniel è il fondatore dell'agenzia di crescita digitale MediaDigi.com. Per oltre 12 anni ha aiutato centinaia di clienti a stabilire una presenza online e vincere la corsa digitale.

Daniel-Stanica sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://mediadigi.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Per ridurre la frequenza di rimbalzo di una pagina adotto un approccio olistico. Non c'è una sola cosa che produrrà magicamente risultati, ma ci sono molte piccole cose che si sommano. Ecco alcuni suggerimenti che ho implementato con successo e sono riuscito a ridurre la frequenza di rimbalzo di circa il 20% su Monetize.info [LINK: https://monetize.info]
* Migliora la velocità della pagina, poiché un secondo di ritardo costa una perdita di conversioni del 7% e le visualizzazioni di pagina inferiori dell'11% in base alle statistiche. * Migliora l'esperienza visiva (immagini migliori, migliore tipografia, elementi visivi moderni). Ciò ha ridotto la frequenza di rimbalzo di circa il 5% aggiungendo semplicemente immagini rotonde anziché quadrate e aggiungendo sfumature e ombre a pulsanti e caselle dando un aspetto fresco e moderno alla nostra rivista digitale.
* Rielaborato il contenuto aggiungendo informazioni aggiornate, casi di studio reali, video e tutorial rendendolo più utile per i visitatori. Inoltre, ho aggiunto una sezione con 6 articoli correlati in fondo in modo che i nostri visitatori possano leggere più articoli da noi invece di lasciare il sito web.
Sono necessari molti test e monitoraggio per ridurre la frequenza di rimbalzo, ma i risultati sono gratificanti. Otterrai una migliore esperienza utente, il che significa migliori conversioni e migliori classifiche SERP.

13) Itamar Blauer

Itamar è un marketer digitale specializzato in SEO e ottimizzazione video e ha esperienza nella gestione di vari canali di social media.

Itamar Blauer On - I modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://www.rockyeti.com/

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Incorpora video nelle tue pagine di destinazione. I video coinvolgenti aiutano a mantenere i visitatori sul tuo sito più a lungo, riducendo così le frequenze di rimbalzo. È molto importante notare che la durata dell'attenzione delle persone diminuisce poiché ci sono così tanti contenuti disponibili online: fatti notare e mostrati in video!


14) Jeremy Knauff

Jeremy Knauff è un autore pubblicato, conduttore di podcast e fondatore dell'agenzia di marketing digitale con sede a Tampa, Spartan Media.

jeremy-knauff on- I modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sul blog

Sito internet / blog: https://spartanmedia.com/

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

La chiave per ridurre la frequenza di rimbalzo è attirare i visitatori in anticipo, dare loro un motivo per rimanere e rendere più facile per loro fare il passo successivo. Ciò significa che prima dovrai arrivare al punto con la tua copia. Salta il fluff e inizia con una domanda o un'affermazione che affronta direttamente il motivo per cui sono lì.
L'errore più grande che vedo fare la maggior parte delle persone è scrivere dal loro punto di vista piuttosto che dal punto di vista dei visitatori. Dovresti anche provare a includere contenuti multimediali, come video, immagini e podcast, insieme al testo nelle tue pagine. Mentre alcuni visitatori vorranno leggere, altri potrebbero preferire sfogliare le immagini o guardare un video.
Fornendo diversi tipi di contenuti su una pagina, aumenterai le possibilità che più visitatori rimangano più a lungo. Alla fine, però, ogni visitatore dovrà lasciare una pagina. E quando lo faranno, probabilmente vorremmo che passassero a un'altra delle nostre pagine, giusto? Quindi dobbiamo rendere loro facile farlo. I collegamenti interni sono un modo e un altro è includere inviti alle azioni nell'intestazione, in tutto il contenuto e nel piè di pagina.

Ciò garantisce che i visitatori vedano sempre almeno un invito all'azione, indipendentemente da dove si trovano sullo schermo. Il più delle volte ne vedranno due o più.


15) Olga Andrienko

Olga è a capo del marketing globale di SEMrush. Insieme al suo team, ha costruito una delle comunità internazionali più forti nel settore del marketing online. Olga ha ampliato la visibilità del marchio SEMrush in tutto il mondo, portando una crescita di> 90% su base annua dai primi 10 nuovi mercati. Attualmente guida tutte le iniziative di branding e PR di SEMrush in oltre 50 paesi.

Nel 2018 Olga è stata menzionata tra le 25 donne più influenti nel marketing digitale da TopRank. Olga è uno dei principali portavoce di SEMrush, apparendo occasionalmente in media come Business Insider e Washington Post e nei principali eventi del settore.

Olga Andrienko

Sito internet / blog: https://semrush.com

Il miglior consiglio per ridurre la frequenza di rimbalzo:

Controlla le pagine che hanno il maggior numero di visite dalla ricerca e hanno un'elevata frequenza di rimbalzo. Significa che Google lo classifica in alto, ma il contenuto non corrisponde alle parole chiave per cui si classifica. Passi per migliorarlo:

1. Identifica per quale parola chiave si classifica questa pagina. In SEMrush puoi farlo con l'aiuto della ricerca organica, filtri avanzati, scegli l'URL che ti serve e filtra per posizioni TOP-10.

2. Dopo aver identificato le parole chiave in SEMrush o in un altro strumento SEO, raccogliere idee sui contenuti su cosa migliorare nella pagina: parole chiave da aggiungere, CTA da ottimizzare, modificare la struttura della pagina.

3. Test A / B - e fallo ad ogni modifica, non dopo tutte le modifiche. In questo modo non sarai in grado di capire cosa ti ha portato i risultati.


Link veloci:

Conclusione: Raccolta di 15 esperti sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sui blog 2024

A partire da ora, hai esaminato 15 Raccolta di esperti sui modi migliori per ridurre le frequenze di rimbalzo sui blog. Ora puoi applicare queste semplici strategie di questi esperti per ridurre la frequenza di rimbalzo sul tuo blog facilmente e senza sforzo.

Speriamo che questo post si adatti bene al tuo scopo. E se ti è piaciuto questo post di riepilogo degli esperti, puoi condividerlo sui canali social di tendenza come Facebook, Twitter e LinkedIn.

 

Kashish Babber
Questo autore è verificato su BloggersIdeas.com

Kashish è una laureata in B.Com, che attualmente segue la sua passione per imparare e scrivere su SEO e blog. Con ogni nuovo aggiornamento dell'algoritmo di Google si tuffa nei dettagli. È sempre desiderosa di imparare e ama esplorare ogni svolta degli aggiornamenti dell'algoritmo di Google, entrando nel nocciolo della questione per capire come funzionano. Il suo entusiasmo per questi argomenti può essere visto nei suoi scritti, rendendo le sue intuizioni informative e coinvolgenti per chiunque sia interessato al panorama in continua evoluzione dell'ottimizzazione dei motori di ricerca e all'arte del blogging.

Divulgazione di affiliazione: In piena trasparenza - alcuni dei link sul nostro sito web sono link di affiliazione, se li utilizzi per effettuare un acquisto guadagneremo una commissione senza costi aggiuntivi per te (nessuna!).

Lascia un tuo commento